mercoledì 30 dicembre 2009

SPIEGARE I MOTIVI PER CUI I VINI BIANCHI VANNO SERVIT IIN GENERE A TEMPERATURE INFERIORI RISPETTO AI VINI ROSSI

Per esaltarne durezza e sapidità

5 commenti:

  1. in quanto a temperature più basse si esalta l'acidità e si nasconde la dolcezza se servissimo un vino rosso a temperature basse aumenterebbero le sensazioni dure del vino specialmente il tannino con il risultato di sminuire la morbidezza che magari alla temperatura di 16-18 gradi porterebbe ad avere un equilibrio. Al contrario invece se servissimo alcuni vini bianchi a temperature più alte la morbidezza e la dolcezza potrebbero risultare stucchevoli

    RispondiElimina
  2. Attenzione, che l'acidita' non e' influenzata dalla temperatura.

    RispondiElimina
  3. leggendo i vari siti che trattano di vini...ognuno dica la sua! è come dire che chiunque è un perfetto sommelier.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Le basse temperature attenuano la dolcezza e la percezione dell' alcol, che rappresentano la morbidezza del vino, per cui l' acidità, indirettamente, viene meglio percepita

    RispondiElimina